Il progetto Scrittori per le foreste
La distruzione delle foreste primarie
La distruzione delle foreste primarie
La carta amica delle foreste
Che cosa puoi fare se sei uno scrittore
Che cosa puoi fare se sei uno scrittore
Che cosa puoi fare se sei un editore
Che cosa puoi fare come scrittore

Aiutaci a salvare le ultime foreste primarie della terra. Per la prima volta nella storia dell'editoria, gli autori e gli editori si uniscono per eliminare la carta derivante dalle foreste primarie dai loro libri convertendosi ad alternative ecologicamente sostenibili inclusa la carta riciclata e la carta con certificazione FSC - Forest Stewardship Council. Ti invitiamo ad unirti a questa iniziativa.

L'Italia è un importante importatore di legname e carta di provenienza illegale. Una recente ricerca di Greenpeace ha confermato il fatto che l'Italia impiega carta e cellulosa proveniente da imprese indonesiane coinvolte nella distruzione delle ultime foreste pluviali del paese, così come dai tre giganti internazionali della carta, Stora Enso, UMP Kymmene e M-Reel che acquistano legname tagliato nelle regioni delle foreste primarie finlandesi e russe, habitat di molte specie minacciate di estinzione [ vedi approfondimento ].

Per questo ti chiediamo di aiutarci a cambiare tale situazione. Gli autori hanno una opportunità unica di dare un contributo positivo per porre fine alla distruzione delle foreste primarie. Greenpeace è convinta che gli Autori possono aiutare ed intervenire direttamente per cambiare la situazione attuale. Ti proponiamo di impegnarti affinché il tuo prossimo libro sia stampato su carta non proveniente da foreste primarie.Anche i tuoi lettori apranno apprezzarlo: un'indagine svolta da Greenpeace dimostra infatti che la maggioranza dei lettori vorrebbe acquistare libri stampati su carta amica delle foreste. In Canada ciò sta già avvenendo [ Market Initiative ].

Comunicaci la tua adesione all'indirizzo chiara.campione@greenpeace.org

Appello congiunto degli autori italiani

In tutto il mondo gli scrittori si schierano con Greenpeace per la protezione delle foreste primarie. In Italia sono numerosi gli autori che hanno sottoscritto il seguente appello:

" Io, insieme ad altri autori, mi preoccupo per la distruzione delle foreste primarie. Credo che l'industria editoriale, con l'uso che fa della carta, contribuisca alla deforestazione. Credo che ciò possa essere evitato se l'editoria si impegnerà ad usare carta non proveniente dalle foreste primarie. Vorrei anche che gli editori si impegnassero attivamente con i fornitori per farli approvvigionare da foreste sostenibili come quelle certificate dal Forest Stewardship Council - FSC. Firmando l'appello congiunto degli autori, mi impegno a raggiungere attivamente i seguenti obiettivi:

Pubblicare il mio prossimo libro su carta "non proveniente da foreste primarie".
Incontrare il mio editore e convincerlo a non usare carta derivante da foreste primarie. Lo incoraggerò ad utilizzare carta proveniente da fonti sostenibili come il FSC.
Impegnarmi con l'industria editoriale, in quanto parte della rete degli autori, per far cessare l'uso della carta derivante da foreste primarie ed incoraggiarla ad usare carta proveniente da fonti sostenibili come il FSC".

Firmato:

Aldo Nove, Alessandro Bergonzoni, Andrea De Carlo, Angelo Ferracuti, Anna Maria Carpi, Beppe Sassu, Camilla Baresani, Carlo Grande, Dacia Maraini, Daniela Matronola, Dario Voltolini, Edoardo Albinati, Elisabetta Rasy, Enrico Brizzi, Enrico Rammert, Enzo Siciliano, Erri De Luca, Fernanda Pivano, Filippo Casaccia, Francesca Ferrua, Francesca Piazzola Vitobello, Francesca Sanvitale, Fulvio Abbate, Gabriele Sabatini, Gabriella Sica, Gavino Ledda, Giancarlo De Cataldo, Gianpaolo Racca , Giovanni Dal Ponte, Girolamo De Michele, Gudrun Dalla Via, Kuki Gallmann, Leonello Ruberto, Libera Pota, Lidia Ravera, Lisa Ginzburg, Lorenzo Pavolini , Luciano De Crescenzo, Marco Bellotto, Maria Ida Gaeta, Maria Venturi, Maria Vittoria Cavina, Marinella Correggia, Mario Rivelli , Maurizio Maggiani, Niccolò Amanniti, Otto Gabos, Girolamo, Riccardo Brun, Roberto Cotroneo, Roberto Ferrucci, Roberto Pazzi, Rosetta Loi, Rudy Ghedini, Sandra Petrignani, Sandro Veronesi, Sandrone Dazieri, Silvia Mucci, Simone Perotti, Stefano Benni, Ugo Riccarelli, Valentina Acava Mmaka, Veronica Bonelli, Wu Ming.