Il progetto Scrittori per le foreste
La distruzione delle foreste primarie
La distruzione delle foreste primarie
La carta amica delle foreste
Che cosa puoi fare se sei uno scrittore
Che cosa puoi fare se sei uno scrittore
Che cosa puoi fare se sei un editore
La distruzione delle foreste primarie

Ogni due secondi viene distrutta un'area di foresta grande quanto un campo di calcio. Le foreste primarie sono aree di foresta naturale largamente caratterizzate da eventi naturali, e con un piccolo impatto da parte di attività umane. Le foreste intatte sono vaste aree di foreste primarie non frammentate. Circa l'80% delle vaste aree di foresta primaria è andato perduto o è comunque stato degradato. Pratiche di taglio illegali o distruttive in regioni come Canada, Indonesia, Finlandia, Russia, Brasile, e Africa, minacciano quel che resta.

Le foreste primarie includono foreste tropicali, temperate e boreali; foreste di conifere e di latifoglie; foreste pluviali, foreste di montagna, foreste di mangrovie. Esse assicurano l'habitat a circa due terzi delle specie animali e vegetali, oltre a rappresentare la fonte di vita materiale e spirituale per centinaia di migliaia di indigeni e nativi e per innumerevoli comunità insediate in foresta. Le foreste purificano l'aria che respiriamo. Prevengono l'erosione del suolo e combattono le frane. Riforniscono e preservano i bacini, assicurando grandi riserve di acqua dolce. Aiutano a combattere l'effetto serra, assorbendo grandi quantità di carbonio. Se la distruzione delle foreste primarie continuerà a questo ritmo, metà delle specie che le abitano potrebbero scomparire entro la metà del secolo, e con esse sarebbero minacciati molti dei popoli e delle culture che dipendono dalle foreste.

> La campagna foreste di Greenpeace
www.greenpeace.it/foreste
La distruzione delle foreste primarie La distruzione delle foreste primarie La distruzione delle foreste primarie La distruzione delle foreste primarie