Tona alla home page

Di seguito la performance dell'azienda nelle sezioni più significative del questionario:

Politica d'acquisto: Callipo due anni fa ha sviluppato una politica scritta per l'approvvigionamento delle materie prime adottando importanti criteri di sostenibilità e rendendola disponibile al pubblico sul proprio sito. A fronte dei numerosi impegni presi, però, non ha ancora fornito la documentazione sufficiente a garantire che tale politica sia effettivamente rispettata dai fornitori. La tracciabilità e un sistema di monitoraggio preciso sono fondamentali per mantenere le promesse fatte ai consumatori.
Metodi di pesca: L'azienda ha preso impegni precisi per limitare l'impatto negativo che la pesca ha sull'ambiente marino. Ha deciso di eliminare il tonno pescato con palamiti e si è impegnata a non utilizzare più di un 25% di tonno pescato con FAD (sistemi di aggregazione per pesci). Scende però nel punteggio perché non è stata in grado di dimostrare con precisi certificati che il 75% del proprio tonno viene effettivamente pescato con metodi sostenibili.
Specie di tonno: Callipo non ha ancora adottato criteri di sostenibilità nella scelta degli stock o delle specie di tonno utilizzate. Il tonno venduto è tutto pinna gialla, la cui conservazione desta un alto livello di preoccupazione.
Riserve marine: La compagnia è favorevole alla creazione di riserve marine come importante strumento per la protezione dell'ambiente marino e delle risorse, ma non si impegna concretamente a non comprare tonno proveniente da quelle aree d'alto mare del Pacifico, che gli Stati costieri vogliono proteggere.

Pesca illegale: Callipo ha preso degli impegni per combattere la pesca illegale (INN): ha promesso di non comprare tonno pescato da pescherecci o compagnie coinvolti in episodi di pesca illegale. Adesso deve impegnarsi a non comprare tonno trasbordato in mare, pratica che favorisce molto spesso attività illegali.

Etichettatura: Nella nuova politica aziendale Callipo si impegna a indicare sulle proprie scatolette sia il nome comune della specie che quello scientifico e il metodo di pesca. Le nuove etichette dovrebbero essere disponibili dal 2013.


Ha preso impegni importanti nella propria politica ma scende in classifica: non è in grado di dimostrare che nelle sue scatolette finisca tonno pescato in modo sostenibile. Alle parole devono seguire i fatti!